Dal postulantato

Vola solo chi osa farlo”
Dalla bellissima Accademia Navale di Livorno, alle corsie degli Ospedali, alla semplicità del Monastero delle Monache Redentoriste di Scala.
Possono sembrare luoghi così diversi e sconnessi tra loro ma in realtà è la strada di chi aspira alla bellezza del mondo, poi la cerca nell’umanità sofferente, e infine la trova nell’Amore di Cristo, che è Via, Verità e Vita.

Questa non è una storia qualunque ma la mia, percorsa in questi ultimi quattro anni. Il mio cammino è iniziato da un sussulto del cuore, una gioia profonda sperimentata per la prima volta alla JMJ di Madrid tra miliardi di giovani, eppure avvertita nel silenzio più nascosto della mia anima. Dì li una sete di conoscenza, una ricerca di un senso profondo dell’esistenza, e la scoperta di essere unica ed amata nella mia semplicità. Poi lo slogan “Vola solo chi osa farlo” è stata la scintilla che mi ha portato qui, a Scala, a conoscere questa bellissima Comunità di Viva Memoria di Cristo Redentore.La preghiera, la meditazione della Parola, la Celebrazione dell’Eucarestia, l’Adorazione, la contemplazione e la carità fraterna delle Sorelle Redentoriste e, ancor di più il clima di silenzio e raccoglimento ha dato una risposta all’esigenza del mio cuore di essere per Dio e per i fratelli testimonianza e dono di un Amore smisurato, di cui Cristo stesso mi ha colmato.

Quando ho comunicato ai miei amici la notizia che sarei entrata nel Monastero del SS. Redentore il 25 Marzo, in tanti si sono complimentati, dicendomi di essere una ragazza speciale. No, io sono semplicemente Lodovica, ciò che è unico, speciale e grandioso è che Dio ha pensato ad ognuno di noi fin dall’eternità e per ciascuno ha “progettato” Disegni di Felicità. Io ho solo scelto con libertà di rispondere a questo dono di Dio, di affermare con gioia il mio Si alla Vita. Certo, la strada è stata lunga, alle volte faticosa, ma l’incontro con Cristo sconvolge ogni cosa, libera da ogni paura, ti avvolge d’Amore. Ed è nella vita contemplativa, in modo particolare, che ho scoperto la bellezza dell’Essenziale e la potenza della preghiera, come dono e missione per il mondo intero.

 

Dal Monastero vi raggiunga la mia gioia e la mia preghiera, in particolar modo a voi giovani come me… abbiate il coraggio di andare controcorrente, di credere in un mondo più giusto e senza violenza, dove affermare la vostra unicità e il vostro pensiero, e soprattutto non abbiate paura di mettervi in gioco per Amore, perché salire sulla barca dell’Amato è fonte di libertà e felicità senza fine.

Postulante Lodovica D’Amato (2014)